Le DIECI COSE da vedere la prima volta a San Francisco

Le DIECI COSE da vedere la prima volta a San Francisco

San Francisco è una città che vale almeno 3 notti consecutive di permanenza e un’infinità di ritorni per essere apprezzata veramente: le cose da vedere e le esperienze da fare sono moltissime, variegate tra loro, perciò oggi voglio fare solo un elenco delle DIECI COSE IMPERDIBILI da vedere a San Francisco nella prima visita alla città (che comprenda almeno una sosta di 4 giorni).

  1. Golden Gate Bridge
  2. Fisherman’s Wharf e Pier 39
  3. Golden Gate Park (Japanese Tea Garden e California Academy of Sciences)
  4. Union Square
  5. Alcatraz
  6. Chinatown
  7. Little Italy
  8. Alamo Square e Painted Ladies
  9. Haight Ashbury, Mission e Castro
  10. Lombard Street

Golden Gate Bridge

Al primo posto, ovviamente, il ponte rosso per antonomasia, il GOLDEN GATE: costruito in solo 4 anni dal 1937 dall’ingegnere Joseph B. Strauss, ha una campata di 2,7km e piloni alti 227 metri a sorreggerla. Molto difficile vederlo senza la classica nebbia che lo avvolge: soprattutto la mattina è spesso visibile solo a metà, ma è sufficiente aspettare – magari passeggiando verso la città lungo Crissy Field – per vedere, nella maggioranza dei casi, la nebbia alzarsi. Il ponte si può percorrere a piedi o in bicicletta, fino a raggiungere Sausalito da cui è possibile rientrare in città con il Ferry che parte dal Pier 41. In questo video potete accompagnarmi nella mia passeggiata e vedere come la nebbia si alza dal ponte.

Il Golden Gate Bridge la mattina presto, avvolto nella nebbia
La nebbia comincia a diradarsi…
Finalmente la nebbia si è alzata (quasi) tutta!

Fisherman’s Wharf e Pier 39

Punto turistico di San Francisco per eccellenza, forse (anzi senza forse) molto finto e stucchevole, ma assolutamente imperdibile. Lo shopping nei negozietti (alcuni dei quali molto particolari, come quello che vende solo oggetti per mancini o il negozio natalizio aperto tutto l’anno), la sosta per una clam chowder da Boudin Bakery e soprattutto lo spettacolo offerto dai leoni marini sono esperienze che non si possono saltare, durante una visita a San Francisco, soprattutto se è la prima. In zona anche il Musée Mécanique, molto interessante, con una collezione di giochi arcade del XX secolo e altre curiosità. In zona, inoltre, c’è anche uno dei capolinea del famoso tram storico di San Francisco, dove viene girato ancora a mano per invertire il senso di marcia.

La vista della baia da Fisherman’s Wharf
Negozietti, locali e spettacoli a Pier 39
I re del posto, i leoni marini!

Il tram storico che, nei pressi di Powell Street, viene girato ancora a mano.

Golden Gate Park (Japanese Tea Garden e California Academy of Sciences)

Se siete stati a New York e pensate che Central Park sia enorme, visitando il Golden Gate Park dovrete ricredervi: ampio ben 1017 acri (4,1 km quadrati), è uno dei parchi cittadini più grandi al mondo e per visitarlo tutto dovrete usare l’autobus. Al suo interno ospita due chicche davvero imperdibili della città: il Japanese Tea Garden e la California Academy of Sciences.

Il Japanese Tea Garden è un’oasi di tranquillità orientale (a meno che, come la sottoscritta, non lo visitiate in pieno agosto), con ingresso a pagamento a 10$ (tickets acquistabili online). È il più antico giardino pubblico giapponese degli Stati Uniti (1894) ed è pieno di angoli meravigliosi.

Templi e arbusti giapponesi
Laghetti e piante

Non meno importante è la California Academy of Sciences, un istituto di ricerca e tra i dieci maggiori musei di storia naturale al mondo. Al suo interno contiene, tra le altre cose, un Planetario, una serra tropicale, un acquario e un simulatore di terremoti (potete fare una visita virtuale nel mio video): enorme, prevedete almeno mezza giornata per la visita.

La serra e la zona dedicata ai terremoti
L’enorme serra
Le stelle marine – qui si possono accarezzare, sono in ambiente protetto
Una delle meravigliose farfalle della serra

Union Square

Il 90% dei turisti alloggia qui, al centro della vita della città (benché – ma questo è un problema comune – i prezzi degli hotel siano sempre alle stelle). Ottima scelta per partire all’esplorazione della città e per cenare la sera, si può ammirare dall’alto da uno degli ascensori panoramici gratuiti dell’Hotel Westin St Francis.

Alcatraz

Lo dico a tutti: non si può pensare di visitare San Francisco senza organizzare una visita al penitenziario di Alcatraz. Occhio però che i biglietti vengono messi in vendita 3 mesi prima e vanno sold out in pochissimo tempo: in questo articolo vi spiego tutto quello che c’è da sapere per visitare Alcatraz. I traghetti partono dal Pier 33: io vi consiglio il primo tour del mattino, l’Early Bird, perchè troverete meno gente e potrete poi tornare in tempo per proseguire la visita della città senza perdere un’intera giornata. Anche per Alcatraz potete fare una visita virtuale con questo video.

Alcatraz vista dal traghetto

L’interno di una cella

Chinatown

Chinatown, fondata nel 1840, è infatti la più grande comunità cinese fuori dall’Asia, e permette al turista di immergersi totalmente nella cultura, gastronomia, vita cinese ancor più della sua “gemella” newyorkese. Da non perdere, sicuramente, il Dragon’s Gate, l’ingresso monumentale, e la Golden Gate Fortune Cookies Co., la fabbrica di biscotti della fortuna, famosissima anche se un po’ nascosta, che si trova nello strettissimo vicolo Ross Alley.

Dragon’s Gate

Little Italy

Little Italy si trova nel distretto di North Beach ed è famosa per aver visto nascere la Beat Generation, soprattutto nel famoso City Lights Bookstore. Altrettanto famoso – soprattutto tra i miei concittadini! – il Caffé Trieste, alla cui parete è appeso un orologio che segna l’ora della mia città!

City Lights Bookstore
Transamerica Pyramid Tower

Alamo Square e Painted Ladies

Dopo il Golden Gate, probabilmente Alamo Square, con le sue Sette Sorelle – le “Painted Ladies”, sette casette vittoriane a schiera colorate – è l’immagine più famosa di San Francisco. Tutta la zona è popolata di meravigliose (e costosissime) casette vittoriane, e dal parco di Alamo Square si può godere di una vista stupenda sulla città. Visitate questa zona al tramonto, non ve ne pentirete!

Le Painted Ladies ad Alamo Square
La vista da Alamo Square è bellissima

San Francisco è famosa per le sue salite e discese
Case vittoriane colorate ad Alamo Square

Haight Ashbury, Mission e Castro

Per uscire dalle zone più turistiche e dal centro, vi consiglio una visita a questi tre quartieri, molto diversi tra loro ma da non perdere (anche se spesso, in una prima visita di San Francisco, vengono tralasciati per mancanza di tempo).

Haight Ashbury è il quartiere che vide la nascita, negli anni ’60, del movimento hippie: ancora oggi è colorato, alternativo, particolare.

Mission è il quartiere latino, uno dei più antichi della città (le sue origini risalgono al 1700), famoso oggi per i murales che lo colorano.

Castro è invece il quartiere storico della comunità LGBTQ+: qui è nata la celebre bandiera arcobaleno, e qui si sono svolte le vicende di Harvey Milk, portato sul grande schermo da Sean Penn.

Lombard Street

La strada a zig zag più famosa di San Francisco (e probabilmente degli Stati Uniti), va percorsa assolutamente in auto. A senso unico (dall’alto verso il basso), con lo spettacolo della baia davanti a voi, vi renderete conto di quanto è piccola, stretta e tortuosa.

Lombard Street si percorre solo dall’alto verso il basso
La vista da Lombard Street sulla baia di San Francisco

Volete accompagnarmi nella visita alla città? Ecco un paio di video:

Se state programmando la tua visita alla città, date un’occhiata ai consigli del Gruppo Facebook specializzato nel tour dei parchi nazionali, che spesso parte proprio da San Francisco. Iscriviti qui!

12 thoughts on “Le DIECI COSE da vedere la prima volta a San Francisco

  1. Questo tuo approfondimento su San Francisco capita a pennello perché stavo proprio pensando di andarci . Approfitto per chiederti: quand’è il periodo migliore ?

    1. In realtà a San Francisco il tempo fa un po’ come vuole, anche in estate fa freddino ed è molto ventilato, quindi ti direi comunque estate, così puoi unire anche qualche altra tappa in California e godertela al meglio 🙂

  2. Un viaggio in America è uno dei miei sogni, nella bucket list da sempre e tra le le tre città che, secondo me, sono imperdibili c’è proprio San Francisco. Chissà la bellezza di un tramonto al Golden Bridge, la veracità di Little Italy e tutta la storia di Alcatraz, senza contare passeggiare tra le vie caratteristiche.

  3. San Francisco per me è la città più bella degli Stati Uniti, ci sono stata qualche anno fa e per me è stato amore a prima vista. Ci tornerei anche subito, peccato però per il clima infame, a luglio c’erano 11 gradi…. brrrr, freezing!

  4. San Francisco era l’ultima tappa che avevamo preventivato di fare durante il nostro viaggio on the road negli States. Invece poi ci siamo innamorati di San Diego e abbiamo deciso di restare tutto il tempo sulla costa californiana. Ma abbiamo intenzione di tornare appena possibile.

  5. Tornerei davvero con grande piacere a San Francisco. Tra le città che ho visitato in California è stata quella che mi ha davvero rapita! Molto utile la tua guida, soprattutto per chi ci va la prima volta 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top